NEVATIM IAFB

Una Base nel Deserto



(testo e foto di Mauro Finati & Paolo Rollino)




               

               

           


NEVATIM IAFB
Situata a pochi chilometri dal confine meridionale dei territori occupati della Cisgiordania, la base aerea di Nevatim della Heyl Ha'Avir (Forza Aerea Israeliana) ospita numerosi reparti aerei dai compiti più diversificati: difesa aerea/attacco al suolo, trasporto, supporto e aviorifornimento, e sorveglianza aerea e velivoli intelligence.
I caccia qui basati sono i vetusti F-16A/B Block 5 e 10 (F-16A-05-CF e F-16B-10-CF) NETZ (Falco), cioè i Fighting Falcon più vecchi di tutto l'aersenale israeliano. Consegnati a cavallo degli anni '80, queste macchine sono state protagoniste della distruzione della centrale nucleare di Osirak in Iraq nel 1981 (Operazione Babilonia). Fino a poco tempo fa sulla base erano presenti due reparti di volo, il "Golden Eagle Squadron" e il "Defenders of the South Squadron": tutti gli aerei sono ora concentrati in quest'ultimo reparto, in quanto il "Golden Eagle Squadron" si sta preparando a ricevere i primi JSF, che saranno consegnati alla fine del 2016.
Due sono anche i reparti incaricati del trasporto aerotattico e utilizzano i C-130 Hercules: "The Elephants Squadron" e "The Yellow Bird Squadron". Entrambi hanno in linea C-130E, C-130H, e KC-130H KARNAF (Rinoceronte), mentre i primi due (dei quattro attualmente in ordine) C-130J-30 SHIMSHON (Sansone) consegnati sono inquadrati nell'Elephants Squadron. Altre due macchine arriveranno nel corso del corrente anno. L'intenzione è di sostituire progressivamente i C-130E con i nuovi Shimshon e per questo motivo è già stata posta l'opzione per ulteriori cinque esemplari.
Il "Desert Giants Squadron" utilizza invece KC-707 SAKNAI (Pellicano) per trasporto a lungo raggio e per aviorifornimento strategico, B-707 PHALCON (Falcone) per la guerra elettronica e IAI Westwind IAI.1124N SHAHAF (Gabbiano) per la sorveglianza marittima.
Infine a Nevatim troviamo anche il "Nahshon Squadron", dotato di tre Gulfstream G.550 NAHSHON EITAM e due G.V NAHSHON SHAVIT, visibilmente modificati per ospitare tutte le apparecchiature elettroniche e impiegati in svariati compiti di 'intelligence aerea', che vanno dal più classico CAEW (Conformal Airborne Early Warning) fino al più sofisticato SEMA (Special Electronic Mission Aircraft).


               


2015©AVIOBOOK.com
2015©Paolo Rollino/pierrestudio